429esima ora per la pace.

Sono ormai 429 i mercoledì sera, dalle ore 18 alle 19, che un gruppo di cittadini protesta in silenzio contro la guerra in Afganistan e contro tutte le guerre.
Sono cittadini, persone che più diverse non potrebbero essere, per idee politiche, carattere,  età,  ma tutte con lo stesso obiettivo: no alla guerra in Afganistan, basta con tutte le guerre, si alla pace!
Oggi abbiamo intervistato due persone, due cittadini molto diversi tra loro:  una ragazza dell’ex Jugoslavia: Aleksandra Matic e un professore: Bruno Demartinis … simili i pensieri, identica la voglia di pace e del bene per i cittadini … il popolo.
Mercoledì prossimo 25 Agosto, ci auguriamo con altri nuovi amici, saranno ancora lì, sulle scalinate del Palazzo Ducale di Genova  in Piazza De Ferrari e ancora per tutti i mercoledì seguenti dalle 18 alle 19 … in silenzio.
Partecipa anche tu, per la pace, ce n’è veramente bisogno.
Ecco il volantino distribuito:
.

Italia, anche il Senato riapprova la guerra in Afghanistan

“Dopo il voto favorevole della Camera lo scorso 21 luglio, questa mattina anche il senato ha approvato il decreto governativo di rifinanziamento semestrale delle missioni militari italiane all’estero, tra cui la missione di guerra in Afghanistan (……)

L’invio di mille soldati in più e di mezzi da combattimento più ‘pesanti’ ( 17 carri armati su ruota ‘Freccia’) produce un inevitabile aumento dei costi della missione: i prossimi sei mesi di guerra in Afghanistan (agosto-dicembre) ci costeranno oltre 393 milioni di euro, vale a dire più di 65 milioni al mese”

(Da Peacereporter  03/08/2010 )

Problema n. 1

Il senato ha destinato 393 milioni di euro ai prossimi sei mesi di guerra in Afghanistan.

Se una casa popolare costa 150 000 euro, quante case popolari si sarebbero potute costruire (o recuperare da edifici già esistenti) con la stessa somma di denaro?

Soluzione

393 000 000 : 150000 = 2620

Risposta

Si sarebbero potute costruire o recuperare 2620 case popolari

Problema n. 2

Il senato ha destinato 393 milioni di euro ai prossimi sei mesi di guerra in Afghanistan.

Se alloggiare un anziano per sei mesi in una casa di riposo dignitosa costa 12 000 euro, quanti nonnetti si sarebbero potuti alloggiare per lo stesso periodo, senza toccare la loro pensione?

Soluzione

393 000 000 : 12 000 = 32 750

Risposta

Si sarebbero potuti alloggiare 32 750 vecchietti

Problema n. 3

Il senato ha destinato 393 milioni di euro ai prossimi sei mesi di guerra in Afghanistan.

Medici Senza frontiere sostiene  che con 40 può garantire nei paesi poveri in cui interviene le cure mediche per sei mesi a una persona affetta da HIV/AIDS.  Quante persone avrebbe potuto curare?

Soluzione

393 000 000 : 40 = 9 825 000

Risposta

Avrebbe potuto curare  per sei mesi 9 825 000 persone

Problema dei problemi

La guerra in Afghanistan è costata la vita a migliaia di persone, è vietata dalla Costituzione, non serve a combattere il terrorismo internazionale né a trovare Bin Laden, diventa sempre più costosa ( i primi sei mesi del 2010 erano costati 308 milioni ), paesi come l’Olanda cominciano a ritirarsi.
I  parlamentari dell’opposizione hanno approvato il rifinanziamento o hanno scelto di alloggiare 32750 vecchietti, o di curare
9 825 000 persone, o di realizzare 6220 case popolari? O di
non tagliare i servizi forniti dai comuni,  gli insegnanti,  i trasporti?

Risposta

Tranne l’Italia dei valori, tutti i gruppi parlamentari, sia di maggioranza, sia di opposizione, hanno votato a favore del rifinanziamento della guerra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: