Comunicato stampa. Gestione acqua a Genova: chi comanda?

I Consiglieri Comunali Manuela Cappello e Antonio Bruno hanno chiesto alla Sindaco di Genova Marta Vincenzi di chiarire chi siano gli investitori che condizionano in maniera rilevante la gestione del servizio idrico integrato attraverso la partecipazione del 40 per cento di Mediterranea delle Acque del fondo F2i.
F2i e’ un fondo in cui oltre la metà degli investitori sono “limited partners”, che, persino dopo una nota del responsabile dell’ufficio stampa Riccardo Tessari rimangono ignoti.

Si allega interrogazione e risposta di f2i a articolo del mensile altraeconomia rintracciabile a questo indirizzo

Il testo dell’interrogazione presentata:

INTERROGAZIONE URGENTE CON RISPOSTA SCRITTA 

Il Consiglieri Comunali Manuela Cappello del Gruppo Misto e Antonio Bruno di Rifondazione Comunista; 

  CONSIDERATO CHE 

–          IREN S.p.A. svolge un’attività ed un servizio di rilevo pubblico gestendo il servizio idrico integrato nel nostro territorio, oltre alla distribuzione di elettricità e gas, il ciclo dei rifiuti in diversi territori del nostro paese, servizi in cui tutti i cittadini hanno un interesse diffuso in ordine alla trasparenza ed efficienza;

–          Iren S.p.A. è una società partecipata anche dal Comune di Genova;

–          Da un’inchiesta comparsa sul numero di febbraio 2011 del Mensile Altraeconomia, a firma del giornalista Luca martinelli, emerge che il Fondo denominato F2i ha acquistato il 40 % di Mediterranea delle Acque, diventando di fatto socio del gruppo Iren;

–          Il fondo di cui sopra (F2i) mantiene stretto riserbo in ordine ad alcuni soggetti investitori denominati “Limited Partners”;

–          In una nota a diversi soggetti, tra cui il direttore di Altraeconomia il responsabile Ufficio Stampa di F2i Riccardo Tessari ha comunicato che F2i è un fondo italiano, non estero-vestito, in cui i 37 “limited partners” sono costituiti da 2 banche (di cui 1 francese e 1 italiana), 11 Casse Previdenziali, 20 Fondazioni Bancarie, 4 Assicurazioni (di cui 1 tedesca);

–          la risposta fornita dalla Segreteria di F2i fornisce il numero dei partners suddivisi per categoria ma non li nomina;

INTERROGANO LA S.V.

CHIEDENDO

–          Se la giunta conosce l’identità dei sopracitati “Limited Partners” del Fondo denominato F2i;

–          In caso affermativo di comunicare tale identità al Consiglio Comunale

In caso negativo:

–          Se non ritenga incomprensibile la segretezza degli investitori di cui sopra dato che i loro capitali risultano investiti in società coinvolte nella gestione di un servizio di interesse pubblico;

–          Che cosa intende fare per rendere publbica l’identità dei “Limited Partners” del Fondo denominato F2i.

                                         Il Consigliere Comunale                                          Il Consigliere Comunale

                                             Manuela Cappello                                                          Antonio Bruno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: