Nestlé vuole una Borsa dell’Acqua

riceviamo da Bruxelles la notizia che segue, vi chiediamo di aiutarci a diffonderla. Alleghiamo anche comunicato del Comitato Italiano per un Contratto Mondiale sull’Acqua. Ringraziando, auguro buon lavoro

Alessandro Mazzer

Facoltà dell’Acqua – Ass. Monastero del Bene Comune 

COMUNICATO STAMPA 

Istituire una Borsa dell’Acqua così come per altre materie prime, contribuirebbe a regolare il problema della carenza di questo bene prezioso”, ha affermato martedì 10 maggio a Ginevra Peter Brabeck, presidente della Nestlé (fonte Reuters). Commentando la notizia da Bruxelles, Riccardo Petrella presidente dell’I.E.R.P.E (Istituto Europeo di Ricerca sulle Politiche dell’Acqua) ha affermato che si tratta di una proposta irresponsabile e ridicola.
Brabeck vuole “risolvere” il problema della concorrenza, nella regione canadese di Alberta, tra agricoltori che necessitano d’acqua per i raccolti e le compagnie petrolifere che ulitizzano ingenti quantità d’acqua per estrarre il petrolio dalle sabbie bituminose. “Quando la domanda aumenta, il mercato reagisce e la gente comincia a usare la risorsa in maniera più efficiente”, ha osservato.
La “proposta” di Nestlé ha già trovato consenso nel governo di Alberta che come primo passo, ha “inventato” la distinzione tra diritti alla terra e diritti all’acqua, in modo che il possesso della terra non dia automaticamente diritto all’acqua che vi scorre.
“Affidare l’acqua alla borsa significa confiscare ai popoli della Terra un bene comune pubblico insostituibile per la vita, consegnando il futuro della vita di milioni di persone al potere di arricchimento di pochi grandi speculatori finanziari” ha affermato Riccardo Petrella. “I propagandisti dell’acqua rara (oro blu) sono gli stessi che hanno prodotto la penuria della risorsa idrica imponendo politiche economiche predatrici ed usi insostenibili e inquinanti. Non possiamo permettere a questi gruppi la possibilità e il potere di imporre la loro irresponsabilità! Sarebbe indecente.”

Contatti stampa:
Alessandro Mazzer, Facoltà dell’Acqua,Verona tel 349 8126644  email: monasterodelbenecomune@gmail.com
Riccardo Petrella, I.E.R.P.E. tel. +32 475 288 856: petrellariccardo@skynet.be

———————————————–
Ass. MONASTERO DEL BENE COMUNE – c.f. 93211450239
via Mezzomonte 28, 37142 Verona (loc. Sezano)
t. 045 4853060/ 347 2256997.   

monasterodelbenecomune@gmail.com
www.monasterodelbenecomune.org
skype: ass.monastero.del.bene.comune

Annunci

One Response to Nestlé vuole una Borsa dell’Acqua

  1. maurizio says:

    non ci sono parole, per descrivere, il tutto. queste cose, non dovrebbero, neanche pensarle, siamo sempre lì, comanda sempre e comunque ” il dio denaro” o ” lo zio sam” per fortuna, che c è ancora qualcuno, che si oppone al sistema, con regole, e leggi che vanno bene a loro, per accontetare pochi, sempre e comunque
    per i soldi, e scontentare le masse che non sono daccordo alla distruzione del pianeta, se vanno avanti così
    ciao MAURIZIO

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: