Il referendum sul nucleare si farà. Esultano i comitati promotori.

La Cassazione ha respinto le richieste del Governo che auspicava, con l’approvazione del decreto Omnibus, di cancellare il quesito sul nucleare. Il referendum si farà. Esultano i comitati promotori.

I Comitati antinucleare, l’Italia dei Valori, promotrice del referendum, e tantissimi cittadini, hanno festeggiato davanti alla Cassazione alla notizia del sì al referendum per il 12 e 13 giugno.

Dopo il  risultato delle elezioni amministrative ecco un altro segnale di cambiamento, in attesa di tantissimi SI il 12 e 13 giugno.

Come previsto in questo articolo, scritto durante la discussione alla Camera dei Deputati del decreto governativo, era difficilissimo che la Corte Costituzionale potesse non far svolgere un referendum che il governo, dopo averlo cancellato, lo riproponeva in modo subdolo con i comma uno e otto (art 5) nel decreto onnibus non esaudendo quindi le richieste insite nella proposta di referendum

La Cassazione ha stabilito  che dovranno essere modificati i quesiti per poter abrogare proprio i comma uno e otto riguardanti il nucleare (art 5) nel decreto onnibus.

Ora è vitale continuare la campagna di informazione per raggiungere il quorum necessario dei referendum.

Giuseppe Oliva – Attac Genova.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: