Manovra correttiva dei conti pubblici (13 luglio 2011). Alcune novità rilevanti.

Manovra verso  l’approvazione definitiva del decreto da parte di Montecitorio per venerdì mattina, mentre in serata verrà approvata dalla Commissione Bilancio del Senato in tempo utile per passare all’esame dell’Aula. Un provvedimento in tempi di record visto che negli anni scorsi, la finanziaria costringeva il Parlamento a dibattere per mesi.

I gruppi parlamentari di opposizione preso atto della decisione del governo di porre la fiducia sul testo del decreto che sarà approvato al Senato, nel confermare la decisione di consentire la votazione finale entro la giornata di venerdì, non presenteranno odg ed emendamenti ed esprimeranno nel voto di fiducia e nel voto finale il loro giudizio negativo sulla manovra

Ma non ci sono tagli alla Casta. Il ministro dell’Economia: “Senza pareggio divorati dal debito”. Marcegaglia: “Inaccettabile che non tocchino il Palazzo”.

Tra le novità più rilevanti, quella sulla sanità: scatterà da lunedì  il ritorno del pagamento del ticket a partire dall’entrata in vigore della manovra. 

Tiket sanità da lunedì  Ticket di 10 euro sulle ricette mediche e di 25 euro per gli interventi del pronto soccorso in codice bianco già dall’entrata in vigore della manovra.

Taglio di agevolazioni fiscali E’ il “rinforzo” come chiesto da Draghi alla manovra e sarà tra il 5 e 20 per cento. Previsti 4 miliardi per il 2013 e 20 miliardi di euro annui a decorrere dal 2014..

Aggiornamento pensioni all’indice dei prezzi : Sale dal 45 al 70% l’indice di indicizzazione delle pensioni medie, ammontanti al triplo degli assegni minimi. Confermato la piena indicizzazione per quelle inferiori a quella soglia e l’azzeramento per quelle superiori a cinque volte il minimo.

Pensioni, collegamento all’aspettativa di vita dal 2013: Si anticipa al primo gennaio 2013 l’aggancio delle pensioni all’aspettativa di vita. Dal 2013 dunque l’incremento sarà di 3 mesi quanto assorbe l’incremento della speranza di vita registrato nel triennio precedente risultante superiore (4 mesi) per i successivi adeguamenti triennali dal 2016 la stima di tali adeguamenti incrementativi triennali è pari a 4 mesi per gli adeguamenti fino a circa il 2030 con successivi adeguamenti inferiori e attorno ai 3 mesi fino al 2050 circa. Cio’ comporta un adeguamento cumulato, ad esempio al 2050, pari a circa 3 anni e 10 mesi.  

Pensioni di anzianità: I lavoratori che matureranno i requisiti per la pensione di anzianità nel 2012 dovranno posticipare di un mese il loro collocamento a riposo.

Prelievo dal 5% al 10% sulle pensioni d’oro: dal 1 agosto 2011 al 31 dicembre 2014 i trattamenti pensionistici superiori ai 90mila euro lordi annui siano assoggettati a un contributo di solidarietà pari al 5% della parte eccedente il suddetto importo fino a 150mila euro e al 10% per la parte eccedente l’importo di 150 mila euro.

Privatizzazioni dal 2013:  la manovra prevede anche il via libera entro il 2013 ad uno o più piani di privatizzazioni

Imposta sui titoli: una nuova modulazione dell’imposta di bollo sui depositi titoli: l’imposta con cadenza annuale sarà di 34,20 euro per gli importi inferiori ai 50mila euro, di 70 euro per quelli pari o superiori ai 50mila euro e inferiori ai 150mila euro; di 240 euro per importi pari o superiori ai 150mila euro e inferiori ai 500mila euro; di 680 euro per importi pari o superiori a 500mila euro..

Comuni virtuosi: mutano i criteri di virtuosità dei comuni per l’applicazione del patto di stabilità. Ci sarà la “convergenza tra spesa del passato e costi e fabbisogni standard”.

Stock option:(Le stock option sono opzioni che danno il diritto di acquistare azioni di una società (quotata) ad un determinato prezzo d’esercizio (detto strike).Azioni e opzioni vengono distribuite come incentivo ai lavoratori per aumentare la produttività.) L’aliquota del 10% si applicherà a tutta la parte eccedente la parte fissa della retribuzione.

Ammortamento finanziario deducibile al 2%: La quota di ammortamento finanziario deducibile non può essere superiore al 2% del valore dei beni in concessione. Questo non si applica ai concessionari di autostrade e trafori, per quest’ultimi l’intervento muta e la percentuale di deducibilità delle quote del fondo di ripristino scende dal 5 all’1%.

Accise sulla benzina: Gli aumenti delle aliquote delle accise disposte il 28 giugno 2011 “restano confermate a decorrere dal primo gennaio 2012”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: