Manovra finanziaria.I conti del miracolo.

I CONTI DEL MIRACOLO.

Napolitano ha parlato di percorso miracoloso, a proposito dell’”approvazione concordata” della manovra “salva – Italia”.

Diamo un rapido sguardo agli effetti sui “miracolati”, cioè coloro che sono stati investiti dalle novità cui l’invito presidenziale alla “coesione” ha spalancato la strada. Prima, neppure Tremonti aveva osato tanto!

I “miracolosi” tagli colpiranno principalmente le detrazioni (dall’IRPEF da pagare) per redditi da lavoro dipendente e pensioni (1), quelle per familiari a carico(2), quelle per spese sanitarie(3). Ecco quello che capiterà ad un/a lavoratore/trice con un salario annuo lordo di 15.000 €:

  • (1) attualmente sono di 1.338 €. Il taglio (pari al 20%) dal 2014 sarà di 268 €;
  • (2) per un figlio a carico, attualmente ha diritto a 758 (meno di 3 anni), 716 (più di 3 anni), 1002 (disabile di meno di 3 anni), 913 (disabile di più di 3 anni). I tagli saranno, rispettivamente di €: 152, 143, 200, 183;
  • (3) attualmente è detraibile dall’IRPEF il 19% delle spese per la salute. Dal 2014 la percentuale scenderà al 15%. Una persona con una malattia cronica che gli impone una spesa di 2.000 €, subirà un taglio di 80 €.

Tagli del 20% sono previsti anche per gli sconti sui contributi versati e deducibili e per le agevolazioni fiscali previste dalla tassazione separata del TFR.

Lo stesso vale per l‘IVA agevolata per i beni e servizi tassati al 4% e al 10%. Queste due aliquote, previste per beni di prima necessità, saliranno al 4,8% e al 12%. Saranno particolarmente colpiti i redditi bassi, sia perché l’accanimento è sui beni di prima necessità, che perché il prezzo di questi beni aumenterà automaticamente dello 0,8% e del 2%, con conseguente diminuzione del potere d’acquisto dei salari.

Nessuno ha pensato di attingere alle risorse che sarebbero immediatamente reperibili cancellando i vergognosi privilegi fiscali previsti a favore della Chiesa cattolica e che ammontano a 2 mld. di € l’anno, come conseguenza dell’esenzione dall’ICI e della riduzione del 50% dell’IRES. A questo proposito la Commissione europea ha intrapreso un’inchiesta contro l’Italia per aiuti di Stato alle aziende della Chiesa cattolica…. Ma, si sa, l’Europa esiste solo quando serve a giustificare il massacro sociale. 

Sergio Casanova – Attac Genova –

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: