Wwf, Italia Nostra: Comunicato Stampa

2 agosto 2011 – comunicato stampa 

VARIANTE AL REGOLAMENTO EDILIZIO DEL PARCO DI PORTOFINO- ANCORA DEREGULATIONS PER INTERESSI PARTICOLARI Piscine, box e antenne RAI i punti critici 

ITALIA NOSTRA e WWF Liguria manifestano forti critiche ad alcuni punti della proposta di variante al Regolamento per la riqualificazione del patrimonio edilizio del Parco naturale regionale di Portofino, all’ordine del giorno dei lavori del Consiglio Regionale della Liguria (dal 3 al 5 agosto) che precedono le ferie estive.

La proposta di Deliberazione del Consiglio Regionale n. 54, che l’aula di Via Fieschi sta per approvare questa settimana contiene una modifica al Regolamento “edilizio” del Parco di Portofino (un’appendice attuativa del Piano del Parco stesso) che – tra l’altro-  prevede: 

– 50 posti auto interrati e nuove strutture alberghiere per l’albergo Cenobio dei Dogi (“l’incremento della ricettività e delle dotazioni alberghiere, a condizione che i nuovi volumi siano adeguatamente composti nel rispetto dei caratteri dominanti del complesso, che siano limitate al minimo indispensabile le porzioni di prospetto a vista, che siano adottati opportuni accorgimenti di riduzione degli impatti visivi.”) ; l’ipotesi non era contemplata dal Piano Regolatore Generale di Camogli. 

–  la possibilità di collocare piscine temporanee, sino a 5 mc, senza specifica autorizzazione (art.32), come se la pianificazione urbanistica regionale dovesse sottostare anche a questo tipo di “esigenze”. 

– Antenne RAI a Portofino Vetta; nel 2002 il Piano del Parco ne prevedeva lo smantellamento entro 7 anni. Il termine è scaduto, dunque. Rai Way aveva proposto un ricorso al TAR ma al di fuori dei termini temporali massimi per presentare opposizione ai giudici amministrativi. La modifica proposta sembra venire incontro alla prepotenza della RAI, mantenendo almeno un’antenna a Portofino Vetta, così vanificando le originarie previsioni del Piano del Parco per eliminare i noti “ecomostri”. 

C’era bisogno di queste nuove deregulations per sminuire ancora una volta la qualità urbanistico-ambientale del comprensorio, si chiedono le associazioni ambientaliste. WWF ed Italia Nostra (come tutte,  abilmente estromesse dal consiglio direttivo del Parco grazie ad una recente delibera della giunta regionale che modifica gli statuti delle aree protette) ??  

WWF LIGURIA 

ITALIA NOSTRA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: