Una battaglia per il futuro del nostro pianeta

da: http://www.avaaz.org/it/

Cari amici,

In questi giorni una battaglia decisiva per il clima scuote l’Australia: il governo sta per adottare una legge che ridurrebbe le emissioni di gas serra e imporrebbe agli inquinatori di pagare. Ma le grandi industrie, appoggiate da Rupert Murdoch, stanno cercando di affossare la legge.

La carbon tax è una misura che avvantaggia tutti: costringe le grandi industrie a produrre in maniera pulita e garantisce più risorse alle famiglie di lavoratori. Se passerà, servirà da stimolo per altri grandi paesi inquinatori a seguire a ruota e potrebbe essere la nostra maggiore speranza contro il cambiamento climatico. Ma Murdoch è molto potente: detiene ben il 70% della stampa australiana, che utilizza come megafono per diffondere la paura fra la gente. Se insieme riusciremo a silenziarlo con messaggi di speranza da tutto il mondo, potremo aiutare a far passare questa legge.

Questa battaglia è combattuta in questi giorni sulle emittenti radio australiane. Firma la petizione urgente per sostenere questa iniziativa coraggiosa e condividila con tutti: non appena raggiungeremo le 250.000 firme manderemo in onda alla radio una serie di pubblicità che diffonderanno i nostri messaggi globali, spiegheranno i benefici della legge e genereranno il sostegno dell’opinione pubblica:

http://www.avaaz.org/it/australian_carbon_price/?vl

Il cambiamento climatico mette in pericolo tutti noi, con le siccità e le tempeste che causano incendi, alluvioni e raccolti da buttare. La proposta australiana dirotterebbe la sua economia nella direzione opposta per fermare tutto questo. Con questa legge, infatti, sarebbero le industrie più inquinanti a pagare, incoraggiandole così a diventare più efficienti e finanziando allo stesso tempo le tecnologie del futuro e aumentando gli aiuti a quelli che ne hanno più bisogno. Tuttavia Murdoch, che da tempo sostiene che il cambiamento climatico non esiste, si è unito alle compagnie minerarie per diffondere la paura della perdita dei posti di lavoro e della catastrofe economica.

Paesi come la Danimarca, la Svezia e la Costa Rica hanno adottato da tempo la carbon tax, generando innovazione e riducendo l’inquinamento. Se noi ora incoraggeremo l’Australia, che è il paese con la più alta produzione di CO2 pro-capite, altri grandi inquinatori, come la Cina e gli Stati Uniti, potrebbero immediatamente seguire, incrementando così la speranza di un trattato contro il cambiamento climatico per il prossimo anno.

I membri di Avaaz di tutto il mondo si sono fortemente mobilitati contro il cambiamento climatico: le nostre azioni hanno spesso influenzato i governi e le industrie. Il popolo e i leader politici australiani hanno bisogno del nostro sostegno per mettere allo scoperto gli approfittatori e rinnovare le speranze per gli accordi globali sul clima. Mandiamo oggi agli australiani tutto il nostro sostegno:

http://www.avaaz.org/it/australian_carbon_price/?vl

I politici e le industrie spesso pensano a breve termine mentre un’azione a lungo termine sarebbe necessaria. Quando il nostro movimento dal basso contrasta queste tendenze e propone una visione chiara del futuro che tutti noi vogliamo, riusciamo a trasmettere il meglio ai nostri leader. Appoggiamo la decisione dell’Australia e poi rivolgiamoci ad altri governi finché non raggiungeremo un accordo globale sul clima di cui il mondo ha assoluto bisogno.

Con speranza,

Alex, Stephanie, Ben, Alice, Emma, Ricken, Giulia, Carol, Rewan e il resto del team di Avaaz.

PIU’ INFORMAZIONI

L’Australia vuole tassare i maggiori inquinatori, in inglese (BBC)
http://www.bbc.co.uk/news/world-asia-pacific-14096750

L’Australia vuole imporre il “prezzo del CO2” alle emissioni industriali, in inglese (CNN)
http://articles.cnn.com/2011-07-10/world/australia.carbon.emissions_1_carbon-tax-carbon-emissions-tax-cuts?_s=PM:WORLD

L’Australia supera gli Stati Uniti per inquinamento pro-capite, in inglese (Bloomberg)
http://www.bloomberg.com/apps/news?pid=newsarchive&sid=aN60ck4Sz4iE

David Cameron sostiene la carbon tax australiana, in inglese (The Telegraph)
http://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/australiaandthepacific/australia/8673736/David-Cameron-supports-Australian-carbon-tax.html

Volontà politica e dubbi pubblici sulle politiche australiane sul clima, in inglese (The Economist)
http://www.economist.com/blogs/banyan/2011/07/australias-carbon-tax

I media di Murdoch attaccano la proposta della carbon tax, in inglese (Independent Australia)
http://www.independentaustralia.net/2011/politics/carbon-tax-and-the-parallel-universe-of-limited-news/

firma la petizione: http://www.avaaz.org/it/australian_carbon_price/?cl=1249062592&v=10127

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: