FTT (tassa sulle transazioni finanziarie): lettera alla Presidenza Danese dell’Unione Europea

On. Mr. D. Mariano Rajoy Brey

Il primo ministro Moncloa Palace viale Iron Gate, s / n 28071 Madrid

17 maggio 2012

Grazie per la vostra recente lettera alla Presidenza danese dell’Unione europea (7 febbraio)  che chiede la rapida attuazione della tassa sulle transazioni finanziarie (FTT).

Scriviamo a voi, e gli otto leader hanno anche scritto alla Presidenza danese, per sollecitarla a dimostrare la serietà del loro impegno. In particolare, chiediamo di contattare altri stati legati alla crescita futura e al concordato, di andare avanti nell’attuazione della ITF nell’ambito del processo di cooperazione rafforzata. La ITF offre un’opportunità unica per combattere i tagli alla spesa sociale in Europa e anche finanziare le priorità globali come la lotta contro la povertà, le pandemie, la disuguaglianza e il cambiamento climatico nei paesi poveri.

Chiediamo che, quando parteciperanno al Consiglio dei Capi di Stato e di governo dell’Unione europea il 23 maggio, difendano l’allocazione delle risorse generate dalla ITF, le priorità globali, e di garantire che il suo potenziale globale non deve essere limitato dal dibattito sullo stimolo economico in Europa. Una ITF assegnata interamente alla riduzione del debito e gli investimenti nella UE, senza una quota significativa dei proventi alla lotta contro la povertà e il cambiamento climatico significherebbe la perdita di un’occasione storica.

Il FMI, la Commissione Europea e gli studi indipendenti hanno dimostrato che la ITF è una tassa credibile, efficace per una crescita, con un forte senso economico. Oltre 40 paesi hanno attuato le imposte sulle operazioni  non solo  10 Stati membri dell’UE, come il Regno Unito e Francia, ma anche le economie a più rapida crescita nel mondo, tra cui Brasile, l’India o il Sud Africa. Una nuova analisi della Commissione Europea dimostra che la ITF aumenterebbe anche la crescita.

Oltre a frenare la speculazione che destabilizza i mercati finanziari e per raccogliere fondi tanto necessari per la spesa sociale in Europa, la ITF potrebbe aiutare a superare l’ingiustizia di fronte a famiglie povere che stanno soffrendo una crisi economica della quale non sono responsabili.

La Banca Mondiale stima che 64 milioni di persone hanno ceduto alla povertà a causa della crisi finanziaria. Figure di spicco come Bill Gates e Jeffrey Sachs, come portavoce, hanno chiesto misure urgenti per attuare questa tassa, per raccogliere fondi per le persone nei paesi più poveri. Recentemente il Presidente della Repubblica Francese, François Hollande, ha chiarito la sua intenzione di investire parte del denaro raccolto dalla ITF per lo sviluppo globale e il cambiamento climatico. Il mondo ha bisogno di una soluzione ardita, ma fattibile, che è esattamente ciò che la ITF potrebbe fare.

Come ognuno dei nove leader ha chiesto un’azione rapida in relazione alla ITF, ti chiediamo di garantire che l’Europa raggiunga un accordo prima della fine della presidenza danese della UE. Qualsiasi accordo sulla  ITF deve essere allineato con le proposte della Commissione europea, una gamma completa, di cui almeno l’applicazione su azioni, obbligazioni e derivati possa generare reddito massimo per frenare la speculazione nei mercati finanziari. Il 60% dei cittadini europei è a favore della ITF, e saranno soddisfatti solo se le ambizioni restano elevate, come dimostra la reazione negativa alla proposta dell’ex presidente Sarkozy, molto meno ambiziosa.

Se i suoi otto colleghi capi di governo sono seri nel loro sostegno per una ITF europea, è fondamentale che, insieme, comunichino con gli altri Stati membri i relativi progressi compiuti e subito dopo dare inizio al processo di cooperazione rafforzato. Una tassa supportata solo dalla coalizione dovrebbe generare circa 40.000 milioni di euro all’anno, mentre la Commissione ha analizzato con economisti di pertinenza, che l’esistenza unilaterale della ITF in molti paesi dimostra che una tassa di questo genere trasferita in Europa sarebbe una significativa attività finanziaria con chiara evidenza a favore, e come gruppo pioniere che rappresenta circa il 90% della zona euro, si ha il peso economico e politico per avanzare.

Il tempo per l’ITF è arrivato: una tassa che stimolerà la crescita, contribuirà a sradicare la povertà e combattere i cambiamenti climatici, investire in una società più giusta per la prossima generazione. Un patrimonio del quale voi, e tutti i leader europei, possano essere fieri. Vi invitiamo ad essere audaci e concreti nelle prossime settimane, e di fare di questa proposta una realtà, a vantaggio dell’Europa e del mondo.

Cordiali saluti,

201 seguenti organizzazioni:

Austria

1. Piattaforma austriaca per lo sviluppo e gli aiuti umanitari

2. Attac

3. Movimento cattolico delle donne

4. DKA Austria – Agenzia di cooperazione allo sviluppo del Movimento dei bambini cattolici in Austria

5. Geza – Gemeinnützige Entwicklungszusammenarbeit GmbH

6. SOS Mitmensch

7. Klagenfurt Welthaus

8. Linz Welthaus

9. WIDE

Belgio

10. 11.11.11 coordinamento del Movimento fiammingo Nord-Sud

11. APRODEV

12. Attac VLAANDEREN

13. Centre National de coopération au développement, NCCD

14. European AIDS Treatment Group (EATG) 

15. Alleanza europea per la salute pubblica

16. Eurostep

17. Globale giustizia sociale

18. Oxfam Belgio,

Danimarca 

19. ADRA

20. Attac

21. Concord

22. IBIS

23. Robin Hood kampagnen

Francia

24. AIDES

25. CURA France

26. Coalizione PLUS

27. Francia Natura Ambiente

28. Sostenitori della salute globale, membro di Azione per la salute globale e Action Network

29. Oxfam France

30. Il Climate Action Network

Finlandia

31. Kehys – La Piattaforma finlandese ONGS per l’UE

32. Kepa

Germania

33. Azione contro l’AIDS

34. Tutte le donne speciali Circa

35. Attac

36. Campact

37. Umweltstiftung Deutsche / Fondazione tedesca per l’ambiente

38. Commissione tedesca per la giustizia e la pace

39. Netzwerk INKOTA-

40. Jesuitenmission

41. Deutscher Katholischer Frauenbund eV (KDFB)

42. Dienst in der Arbeitswelt kirchlicher

43. EineWelt Mission

44. Oxfam Germania

45. Giustizia sociale nello sviluppo globale

46.. Solidarietà Service International (SODI)

47. WEED – Economia mondiale, Ecology & Development Association

48. Welthungerhilfe

Grecia

49. WWF Grecia

Islanda

50. Attac

Irlanda 

51. Oxfam Ireland

52. Development Coalition Irlanda

53. Robin Hood Tax – Irlanda

54. Trocaire

Italia

55. Acli 

56. ActionAid Italia

57. Adiconsum

58. Adiconsum Basilicata

59. Amref

60. Arci

61. Attac

62. Azione Cattolica

63. Banca Popolare Etica

64. Campagna per la Riforma della Banca Mondiale

65. Cgil 

66. CINI – Coordinamento Italiano Network Internazionali

67. CISP

68. Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare

69. Cisl

70. Cittadinanzattiva

71. Consorzio Città dell’Altra Economia

72. Consorzio Sociale Goel

73. COOPI

74. Cuamm

75. CLC Italia

76. Daquialà

77. Dokita

78. Economia Alternativa

79. Equociquà

80. Fa ‘la cosa Giusta

81. Fiera

82. Fiba Cisl

83. Flare

84. FOCSIV – Volontari nel Mondo

85. Fondazione Culturale Responsabilità Etica

86. GCAP – Coalizione Italiana Contro la Povertà

87. La Rondine

88. Legambiente

89. Lega Missionaria Studenti

90. Libertà e Giustizia

91. Lunaria

92. Mani Tese

93. Piemonte MAG4

94. Mag Verona

95. Microdanisma

96. Osservatorio Italiano Salute Globale Silla

97. Oxfam Italia

98. Riorientare

99. RTM – Reggio Terzo Mondo 

100. Save the Children

101. Sbilanciamoci

102. Social Watch Italia

103. Uil

104. Un ponte per

105. Volontari Terzo Mondo – Magis

106. WWF Italia

Lituania

107. Eurasian Harm Reduction Network (HDN)

Norwegian

108. Attac

109. Norwegian Church Aid Alliance legge

110. Robin Hood Tax Campaign Norvegia

111. Il Fondo per lo sviluppo

Polonia

112. Azione Umanitaria Polacca

Portogallo 

113. Tropical Associação Agraria – ATA

114. Defesa Associação fare per un patrimonio naturale e culturale Mértola fare Concelho (ADPM)

115. CIDAC

116. Champagnat Fundação

117. GONÇALO Fundação SILVEIRA DA

118. Grupo Português de Ativistas Traitements sull’HIV / AIDS (GAT)

119. IMVF – Marques de Valle Flor Institute

120. Medici do Mundo

121. Oikos – Cooperação e Desenvolvimento

122. LIFE – Volontariato Internazionale o africani Desenvolvimento

Spagna

123. ADICAE

124. ALLEANZA CONTRO LA POVERTA ‘

125. ALIDES – Partenariato per lo sviluppo economico e sociale

126. ANUE – Associazione per le Nazioni Unite, la Spagna

127. 15M Alcorcón all’Assemblea popolare

128. Attac Spagna

129. Attac Andalucia

130. Madrid attac

131. Attac Comunità Valenciana

132. CCOO – Confederazione dei sindacati dei lavoratori Commissioni

133. Centro per i Diritti Economici e Sociali (CESR)

134. Confederazione dei Consumatori e degli Utenti CECU-

135. Confederazione Inter

136. BASIC CHRISTIAN

137. AMBIENTE IN AZIONE

138.Equo Granada

139. Federazione di Medicus Mundi

140. FRAVM

141. Digna Africa Foundation

142. Children of the Corn Fondazione

143. Gestha – Unione dei Tecnici del Ministero delle Finanze

144. Igman – Accio Solidarietà

145. FEDERAL IU

146. Sinistra Unita

147. Giustizia e della Pace

148. NOVA – Centro per l’Innovazione Sociale del

149. ITF PIATTAFORMA E

150. Piattaforma 2015 e

151. Università di Granada ottobre

152. Salute Diritto

153. International Civil Catalunya Servei

154. Socialismo XXI

155. Solidarietà internazionale

156. Sindacato Lavoratori / Catalogna

157. UBUNTU – Forum mondiale delle reti della società civile

158. UGT

159. UNESCOCAT – Centro UNESCO della Catalogna

160. Commercio dei lavoratori Unio de Catalunya (USOC)

161. UTILIZZO

162. Mondo Rurale Forum

163. Giustizia e Pace – Barcellona

Svizzera

164. Attac

Regno Unito

165. 350.org

166. Action Aid

167. ACTSA – Azione per l’Africa australe

168. Iniziative africane

169. Articolo 12 in Scozia

170. ASLEF

171. Chartered Society of Physiotherapy

172. Chiesa di Scozia

173. Communication Workers Union

174. Ekklesia

175. Faith2Share

176. Salute povertà Action

177. Interact Worldwide

 178. Internazionale di HIV / AIDS Alliance

179. NASUWT

180. Nazionale Giustizia e Pace della rete

181. Gruppo Unione Nazionale Personale

182. Oxfam GB

183. Risultati del Regno Unito

184. Robin Hood Tax Campaign

185. Salamander fiducia

186. Condividere le risorse del mondo

187. Sophia Forum

188. Stamp Out Povertà

189. TB Alert

190. L’Istituto Educativo della Scozia

191. L’Assemblea Generale della Unitarian e Free Chiese cristiane

192. L’Unione Public and Commercial Services (PCS)

193. La United Reformed Church

194. Trades Union Congress

195. Associazioni delle Nazioni Unite del Regno Unito

196. War on Want

197. Zaccheo 2000 Trust

Altro 

198. CONCORD Europe

199. Friends of the Earth Europe

200. Oxfam International

201. Le donne in Europa e Asia centrale Regione plus (+) WECARE

da: http://www.attac.es/2012/05/22/carta-a-la-presidencia-danesa-de-la-union-europea/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: