Connet e la rivoluzione dei rifiuti

Nei giorni scorsi a Roma, al Cinema Palazzo, si è riunito il Comitato Promotore Nazionale per la legge Zero waste composto da oltre centocinquanta associazioni, coordinamenti e comitati, sia nazionali che regionali e locali.

Una tappa dei lavori che porteranno alla stesura del testo definitivo, da sottoporre a verifica giuridica prima di essere depositato per avviare la campagna nazionale di raccolta firme.

Si tratta del testo che nelle intenzioni dei proponenti dovrà radicalmente modificare la normativa nazionale sul ciclo dei rifiuti (Testo unico 152/2006). Questo alla luce della recente Risoluzione del Parlamento Europeo che ha votato un complesso documento in cui si è finalmente affermato il principio per cui entro l’anno 2020 dovranno chiudere gli impianti di incenerimento e di discarica dei rifiuti.

Tale principio è di fatto da anni sostenuto dalla Rete Nazionale Rifiuti Zero e si allinea perfettamente con la Strategia Rifiuti Zero e l’avvio della Raccolta “porta a porta” come primo passo verso l’obiettivo temporale al 2020, da anni indicato da molte organizzazioni ambientaliste e da numerosi esperti del settore come l’unica virtuosa alternativa alla distruzione di materiali preziosi attraverso incenerimento o sotterramento, con l’effetto di provocare danni gravissimi sull’ambiente e sulla salute pubblica.

La Legge di Iniziativa popolare propone in sostanza una moratoria sino al 2020 di tutte le autorizzazioni in itinere per inceneritori sul territorio nazionale, la riconversione verso impianti di riciclaggio attraverso una politica di incentivazione molto diversa da quella attuale, la revoca definitiva degli incentivi pubblici che sostengono una impiantistica nociva e chiaramente in perdita, la creazione di Distretti locali e la ridefinizione generale dei compiti del Conai rispetto alle attuali politiche di gestione degli imballaggi. La legge è composta da 26 articoli, contenenti principi e regole del tutto avanzati nella prospettiva della vera attuazione di una società a Rifiuti Zero.

Ad aprire i lavori è stato Paul Connett, uno dei    ( continua su comune.info.net)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: