Lettera aperta al Presidente Burlando

Perseguendo questa insensata politica delle grandi opere a prescindere dal buon senso, Genova non sceglie lo sviluppo (felici di crescere) ma l’emarginazione.

Paolo Rigamonti

 —    —    —    —    —banner_notavterzovalico

BENE GLI STATI GENERALI MA … – Lettera aperta al Presidente Burlando

Gentile Presidente

abbiamo appreso dalla stampa della Sua iniziativa di convocare a Genova una specie di “stati generali” di amministratori, politici e manager pubblici e privati, per ribellarsi al declino del paese.

Anzi, per maggior precisione, facendo riferimento al paradossale episodio dei funzionari ministeriali ” non pervenuti” da Lei giustamente stigmatizzato, per ribellarsi all’inqualificabile (e non più sostenibile) perdurare di ritardi, disattenzioni, appesantimenti burocratici, paradossi procedurali e legislativi che oltraggiano ogni ragionevole senso comune e soffocano letteralmente ogni possibile crescita della nostra società.

Lo sdegno è giusto, ed esprime del resto gran parte delle istanze di cambiamento, di semplificazione, di efficacia e di concretezza dell’azione pubblica che sono state all’origine del nostro convinto appoggio alla novità dell’esperienza politica che ha portato alla elezione del nuovo Sindaco di Genova.

Ma proprio rifacendoci a quello slancio e a quelle motivazioni, ci viene spontaneo fare due osservazioni, utili, speriamo, a ricavare dalla “ribellione” degli Stati generali che Lei intende organizzare una spinta reale a sostenere e diffondere la stagione di rinnovato confronto e di iniziativa politica che potrebbe aprirsi nel nostro paese.

La prima osservazione è nel merito dell’oggetto “scatenante” la Sua indignazione: il denunciato freno alla realizzazione del Terzo Valico ferroviario.

Lei ha convocato gli Stati Generali per ribadire per l’ennesima volta che le nostre Grandi Opere (Terzo valico e Gronda) sono essenziali allo sviluppo del Paese e quindi non si toccano.

Temiamo fortemente che, ancora una volta, questa affermazione possa restare  generica e non sostenuta da credibili analisi tecniche ed economiche condotte da soggetti terzi rispetto ai promotori dei singoli interventi.

E lo temiamo a ragion veduta, perché queste analisi, che sono di routine nei paesi avanzati, per questi progetti non esistono !

Prendiamo infatti in esame il Terzo Valico: le previsioni di traffico su cui si fonda il progetto indicano per…..      continua su  www.lacittapubblica.com.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: