Grazie ai lavoratori AMT Genova

AMT-assemblea-porto

GRAZIE ai lavoratori di AMT

Ieri, dopo quattro giorni di sciopero totale e di manifestazioni ininterrotte, i lavoratori dell’AMT, pur  desiderosi di continuare la lotta, hanno accettato l’accordo  raggiunto nella notte tra  Azienda e rappresentanze sindacali.

La città ha solidarizzato silenziosamente, le altre aziende (AMIU, ASTER) hanno contribuito alla lotta in posizione un po’ defilata, a livello nazionale non si è verificata una concreta solidarietà da parte delle organizzazioni sindacali maggiori, né sul piano della mobilitazione, né su quello della proposta.

In definitiva tutto il peso, anche in termini economici e legali, è ricaduto sui duemila dipendenti di AMT e sulle loro famiglie. Nonostante questo, una larga parte dei lavoratori, chi dice addirittura una maggioranza, ha espresso con forza la volontà di continuare lo sciopero.

E comnque da qui bisognerà riparire per rilanciare una vertenza generale a favore del trasporto pubblico.

Sbaglia chi, con finta generosità, ha riconosciuto a questi uomini e a queste donne di aver lottato legittimamente per i propri diritti, ma di essersi messi in contrasto con i diritti degli utenti.

Non è vero. Essi lottando per i propri diritti hanno lottato per i diritti di tutti.

Diritti calpestati da burocrati e politicanti, schierati invece a protezione degli interessi propri e dei mercati finanziari, dalla Commissione europea fino all’amministrazione comunale.

I “duemila dell’AMT” sono stati per cinque giorni il presidio dell’interesse collettivo, dei diritti, della dignità di un intero popolo, mostrando, a quanti ancora non comprendono, che la lotta è una sola e isolando chi per furbizia parla solo di azienda da salvare o di utenti da salvaguardare.

Questa non è una conclusione, è solo una pausa.

Negli strati profondi della società si stanno accumulando le energie necessarie a far nascere il mondo nuovo in gestazione. Nel coraggio, nella passione civile, nell’intelligenza dei lavoratori dell’AMT abbiamo visto un frammento di futuro.

Ai duemila dell’AMT, ai protagonisti di queste gloriose giornate, va tutta la nostra riconoscenza, e, ci auguriamo, anche quella di un popolo ancora dormiente, ma che comincia a dare qualche segno di risveglio.

Genova, 25 novembre 2013

blog:http://forumdeibenicomunigenova.wordpress.com

posta: forumbenicomunigenova@gmail.com

Comitato Genovese Acqua Bene Comune, Amici del Parco di Villa Rosazza, Comitato Genovese Gestione Corretta Rifiuti, La Voce di S. Teodoro, Salviamo il Paesaggio – Genova, Confederazione Unitaria di Base, Attac Genova, Movimento No Tav Terzo Valico Valpolcevera e Valverde, Comitato Genovese per una Nuova Finanza Pubblica e Sociale, Medici per l’Ambiente, Coordinamento Comitati No Gronda, Associazione Biologgia, Legambiente Liguria, Confederazione Cobas, Medicina Democratica, Rete Radié Resch Genova, Comitato Acquasola Giuristi Democratici – Sezione Genovese, Circolo Genovese Movimento Decrescita Felice, Comunità di S. Benedetto al Porto, Movimento Difesa del Cittadino – Genova Asci -Liguria (Associazione di solidarietà per la campagna italiana), omitato per la pace Rachel Corrie.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: