Il crollo della salute in Italia dal G8 di Genova al TTIP. Che fare?

I giganti finanziari aumentano i loro profitti, ma aumenta anche la povertà delle popolazioni. Anche in alcuni paesi dell’area “ricca”, come in Italia, da circa 10 anni si sta riducendo la ricchezza nelle fasce medio-deboli. Ma in Italia appare grave ed emblematica la riduzione della DURATA della VITA SANA. Le possibili cause ambientali, sociali, economiche ed etiche sono ben percepite dalle persone, ma la politica non se ne cura. I più elementari diritti sono negati e sacrificati in nome del profitto ad ogni costo. Non importa se ciò causerà la sofferenza e la morte di molte persone. Per invertire questa tendenza possiamo fare molto. Da adesso.

contributi di

   Valerio Gennaro: medico epidemiologo presidente dell’associazione Medici per l’Ambiente, sezione Lorenzo Tomatis (ISDE Genova) e dirigente presso l’IRCCS San Martino di Genova.
   Stefano Risso: direttivo nazionale dell’ Associazione per la Tassazione delle Transazioni finanziarie ad Aiuto ai Cittadini (ATTAC, Italia). E’ attivista nella battaglia referendaria per l’Acqua pubblica e nella campagna “Riprendiamoci il Comune”.
   Lino Balza: Medicina Democratica sezione di Alessandria tra i promotori della denuncia dell’inquinamento della Solvay a Spinetta Marengo (AL) e coautore con Barbara Tartaglione del Libro “Ambiente. Delitto perfetto”.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: