Sabato 9 aprile: grande manifestazione in contemporanea in tutta Italia contro le Trivelle

Manifestazione trivelle

Annunci

Incontro sull’agricoltura contadina e presentazione libro ” Mille contadini” il giorno15 aprile ore 18:00 allo Zenzero

Presentazione libro Mille contadini-2

Invito: Ciclo di incontri sulla gestione responsabile del territorio

 

Incontri

 

 

Venerdì 1 Aprile 2016

Municipio III – Bassa Val Bisagno Municipio IV – Media Val Bisagno

 

“IL governo della città”. Ovvero: “Genova come destino comune” (M. Morisi)

Sala Consiliare Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo 3, ore 18:00-20:00

 

Giovedì 7 Aprile 2016

“La città nelle mie mani”. Ovvero: “La partecipazione dei cittadini nella formazione e nella messa in opera delle politiche locali.” (M. Morisi)

Sala Consiliare Municipio IV Media Val Bisagno, Piazza dell’Olmo 3, ore 18:00-20:00

 

Venerdì 15 Aprile 2016

Il valore dei luoghi. Ovvero, “La città come Bene Comune” (C. Calvaresi, R. Alzate, M. Morisi)

Aula Magna Istituto Secondario Superiore Firpo-Buonarroti, Via Canevari 51, ore 18:00-20:00

 

Giovedì 21 Aprile 2016

“La città come responsabilità comune” (M. Morelli, M. Penco, L. Borzani)

Aula Magna Istituto Secondario Superiore Firpo-Buonarroti, Via Canevari 51, ore 18:00-20:00

 

 

I seminari sono condotti da docenti delle università di Firenze, Milano (PoliMI), Genova e Bilbao (SP): 

Ramon Alzate professore di Mediazione, Educazione e Conflitto alla Università dei Paesi Baschi di Bilbao. Claudio Calvaresi professore di Urban Conflicts Analysis al Politecnico di Milano.

Mara Morelli professoressa di Iberistica all’Università di Genova, è presidente della Associazione di Mediazione Comunitaria di Genova. 

Massimo Morisi garante della Partecipazione della Regione Toscana, è professore di Scienza Politica e Scienza della Amministrazione all’Università di Firenze. 

Monica Penco si occupa di procedure deliberative e partecipative presso il Dipartimento di Scienza Politica dell’Università degli Studi di Genova. 

Luca Borzani presidente Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale

 

Gli obiettivi dei seminari 

Capire il reale significato del partecipare. Formare cittadini consapevoli dei propri mezzi e attivi nella gestione del territorio, emanciparli dal ruolo di spettatori per renderli attori delle trasformazioni della città. Apprendere le buone pratiche di governo del territorio al di fuori di Genova e della Liguria. Conoscere modelli positivi di gestione partecipata del territorio e delle periferie nel resto del Mondo. Risolvere le controversie evitando lo scontro.

Dove 

La Val Bisagno. Perché, destati violentemente dall’alluvione, abbiamo reagito creando una rete territoriale di cittadini, associazioni e comitati, alla ricerca di nuovi strumenti di governo del territorio.

Per chi 

I seminari sono indirizzati a tutti, cittadini, politici, associazioni, professionisti e studenti; sono svolti in forma interattiva con il pubblico e stimolano il confronto e il dialogo. Viene consegnato un attestato di partecipazione con almeno 3/4 delle presenze.

 

Le associazioni e i comitati organizzatori: 

Associazione Amici di Pontecarrega, Attac  genova, Associazione di Mediazione Comunitaria – Genova, Associazione Comitato Acquasola, Comitato Contro la Cementificazione di Terralba, Comitato Gino Benazzi, Comitato Via Montello, FIAB Genova – Amici della Bicicletta, Forum dei beni comuni Genova, Ghettup Tv, Giovani Urbanisti, Gossypium, Gruppo per la riqualificazione dell’ex mercato di corso Sardegna, Ingegneria senza Frontiere –Genova, Legambiente – Circolo Nuova Ecologia, Comitato Protezione Bosco Pelato 

 

Per approfondimenti ed iscrizione ai seminari:

e-mail segreteria: memoriabisagno@gmail.com

referenti: Fabrizio Spiniello 3492377545, Laura Tubelli 3483545816

Siamo in guerra. Che Fare?

Venerdì 1 Aprile alle ore 17 presso il Circolo Autorità Portuale Via Ariberto ALBERTAZZI 3 r, 16149 Genova Ne discutiamo con:

 

I RELATORI DEL NOSTRO INCONTRO

FULVIO SCAGLIONE.   Classe 1957, è giornalista professionista dal 1983. Dal 2000 al 2016 è vice-direttore di Famiglia Cristiana, settimanale per il quale è oggi editorialista. Corrispondente da Mosca nel tardo periodo sovietico, ha seguito anche le vicende più recenti di Afghanistan e Iraq. Ha pubblicato “Bye Bye Baghdad” (Fratelli Frilli Editori, 2003), “La Russia è tornata” (Boroli Editore, 2005), “I cristiani e il Medio Oriente” (Edizioni San Paolo, 2008).

 MANLIO DINUCCI.  Geografo e politologo, scrive su Il Manifesto. E’ stato direttore esecutivo per l’Italia della International Physicians for the Prevention of Nuclear War, associazione vincitrice del Nobel per la pace nel 1985. Autore di numerosi libri, ha pubblicato di recente il saggio L’arte della guerra, Zambon editore, 2015.

GIULIETTO CHIESA.  Classe 1940. Giornalista dal 1979, quando entro’ a L’Unità come redattore ordinario. Dal 1 ottobre 1980 al 1 settembre 1990 corrispondente da Mosca per l’Unità.
Nel 1989-1990 e’ “fellow” del Wilson Center, Kennan Institute for Advanced Russian Studies, di Washington.
Nel 2010 fonda il laboratorio politico-culturale Alternativa.
All’inizio del 2014 è entrata in funzione pandoratv.it, web tv da lui fondata, che può vantare decine di migliaia di spettatori giornalieri.
Autore di numerosi saggi, tra cui l’ultimo E’ arrivata la bufera (Ed.Piemme, 2015).

Moderatore: Marco Bertorello – Attac Genova

evento Facebook     https://www.facebook.com/events/1700286093589206/

 

 

12821535_1520446368261288_1989790853376252765_n

Greenpeace Genova e Gruppo Stop TTIP Genova organizzano un incontro sui cambiamenti climatici e l’effetto serra

 

conferenza-parigi-2015-clima-obiettivi-3-1100x733

 

Giovedì 8 aprile 2016 ore 17,00 in via Balbi 2 sul clima e l’effetto serra e non solo ma si parlerà anche di trivelle e dei gravi rischi collegati alla perforazione per la ricerca delle fonti di energia fossile . Incontro organizzato da Greenpeace Genova e Gruppo Stop TTIP Genova.

Incotro pubblico di presentazione: “proposta di tre delibere di iniziativa popolare”

I cittadini riuniti nelle associazioni:
Attac Genova – Comitato Gestione Corretta Rifiuti – Genova, Comitato Acqua Bene Comune Genova –  Comitato Protezione Bosco Pelato – Comitato Contro la Cementificazione di Terralba –  Medici per l’Ambiente Liguria – Associazione Amici di Pontecarrega –  Associazione Comitato Acquasola –  Gruppo per la Riqualificazione dell’ex Mercato di Corso Sardegna

 

PROPOSTA DI TRE DELIBERE DI INIZIATIVA POPOLARE

L’alleanza Comuni-cittadini per migliorare la vita nei Quartieri

I Genovesi tutti sono invitati a   partecipare all’incontro pubblico di presentazione :

Sabato 6 Febbraio 2016 dalle 15,30 alle 18,00 presso il circolo Zenzero – via Torti 35

TRE FIRME PER

 

DIRITTI, TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE

per la definizione dei diritti dei cittadini, per la trasparenza degli atti amministrativi e contabili del Comune e per la regolamentazione di una reale partecipazione dei cittadini al governo della cosa pubblica, anche attraverso la quantificazione chiara delle prestazioni a cui la cittadinanza stessa ha diritto.

 

SERVIZI PUBBLICI LOCALI

per contrastare la privatizzazione dei servizi pubblici locali, si impegna il Comune di Genova non vendere nemmeno un’azione, né effettuare alcun affidamento gestionale delle società che gestiscono servizi pubblici essenziali che garantiscano o contribuiscano a garantire diritti fondamentali e sociali dei cittadini e della persona umana.

 

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO (SII)

per impegnare il Comune al rispetto degli esiti referendari del 2011 e alla messa in atto di quanto da essi previsto, con lo scopo finale di ripubblicizzare l’acqua che è ineludibilmente un bene comune e non una merce con cui fare profitto.

Per la prima volta a Genova i cittadini provano a partecipare ai processi decisionali del Comune, usando uno strumento introdotto nel lontano 2000.

 

___ ___ ___ ___ ___

per scaricare il testo completo della proposta delle tre delibere e la relazione d’accompagnamento in formato PDF  ( clicca qui )

Crediamo che sia possibile migliorare la qualità delle nostre vite se ogni cittadino dedica una parte anche piccola della sua attenzione agli affari comuni, oltre che ai propri affari privati.

Abbiamo perciò deciso di promuovere tre delibere di iniziativa popolare da presentare al Consiglio Comunale. Secondo lo Statuto del Comune esse debbono essere sottoscritte da almeno 2.000 residenti nel Comune di Genova che abbiano compiuto 16 anni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Genova, martedì 2 febbraio 2016, presso la sala del Consiglio provinciale di Genova.

CAMERA DEI DEPUTATI – SENATO DELLA REPUBBLICA

Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati 

 

IL CICLO DEI RIFIUTI IN LIGURIA:

LA RELAZIONE DELLA COMMISSIONE DI INCHIESTA 

Convegno 

Genova, martedì 2 febbraio 2016

Sala del Consiglio provinciale di Genova

Ore 10 – 13 

PROGRAMMA 

 

Indirizzo di saluto e introduzione:

Marco Doria, Sindaco di Genova

On. Alessandro Bratti, Presidente della Commissione

Fiamma Spena, Prefetto di Genova 

Interventi

 

Sen. Giuseppe Compagnone, Relatore

Sen. Mario Morgoni, Relatore

Michele Di Lecce, ex Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Genova

Vincenzo Melone, Comandante generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera

 

Dibattito aperto al pubblico

 

Sono previsti, tra gli altri, interventi di:

Giacomo Raul Giampedrone, Assessore regionale alle infrastrutture, ambiente e difesa del suolo

Paolo Carra, Comandante Legione Carabinieri Liguria

Renzo Morolla, Comandante regionale del Corpo forestale dello Stato

Adriano Musitelli, Commissario straordinario ArpaL Giuseppe Zampini, Presidente di Confindustria Liguria Santo Grammatico, Presidente di Legambiente Liguria

 

Conclusioni

 

On. Alessandro Bratti, Presidente della Commissione

 

 

 

 

BASTA GUERRE. Il 16 gennaio 1991 iniziarono i bombardamenti statunitensi sull’Iraq….

BASTA GUERRE
Venticinque anni di guerra sono troppi.
Il 16 gennaio 1991 iniziarono i bombardamenti statunitensi sull’Iraq.
L’Italia non tardò ad accodarsi agli alleati, anche se nessun trattato ( né l’appartenenza alla Nato, né l’ONU) lo avrebbe imposto, e anche se la costituzione lo vieta esplicitamente.

Abbiamo manifestato a Genova, sperando che ricordare questa data possa segnare una ripresa del movimento pacifista; quello stesso movimento che venticinque anni fa aveva colorato di bandiere arcobaleno le finestre e le piazze.
Hanno portato la propria testimonianza giovani nati nel 1991: per tutta la durata della loro vita l’Italia è stata in guerra; risorse che avrebbero potuto renderla migliore sono state utilizzate per uccidere

Incontro Pubblico: la democrazia al tempo della globalizzazione.

 

besostribn-1rgb

La terza guerra mondiale è già cominciata? Relatori Paolo Becchi, Angelo D’Orsi e Giulietto Chiesa.

 

NATO

Sabato 21 novembre 2015.

Il salone del CAP del Porto ha iniziato ad animarsi verso le 15. L’afflusso è continuato fino alle 16, quando ormai le voci dei relatori risuonavano nella grande sala gremita di ascoltatori attenti e partecipi. Giulietto Chiesa, Paolo Becchi, Angelo D’Orsi esponevano, da angolazioni diverse, i motivi per cui l’Italia dovrebbe uscire dalla NATO. Il collegamento con i recenti fatti di Parigi, Beirut, Yemen è venuto da sé, e non poteva essere altrimenti. E’ seguito un animato dibattito, moderato da Alessandra Fava, che si è protratto fino alle 19, quando il salone ha dovuto essere restituito ai legittimi proprietari per le abituali attività del sabato sera.

La manifestazione è stata organizzata dalle associazioni Alternativa e Attac, ma da sabato subentra il Comitato genovese No Guerra No Nato, ad adesione individuale.

Le prossime iniziative saranno perciò promosse dal Comitato, che ha anche il compito di sostenere la raccolta di firme già iniziata dal Comitato nazionale e di condurre una vigorosa campagna di informazione per diffondere la verità su quanto sta accadendo. Perché la verità è la prima vittima della guerra, e la guerra è incominciata da un bel po’.

Nel filmato i contributi dei relatori.

Per maggiori informazioni sulla campagna e per firmare l’appello a uscire dalla ATO:   www.noguerranonato.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: